La zona di atterraggio di StratoSpera 2

La zona di atterraggio di StratoSpera 2. Mosaico creato da Paolo Amoroso con 3 foto di Michael Sacchi e hugin.

La zona di atterraggio di StratoSpera 2. Mosaico creato da Paolo Amoroso con 3 foto di Michael Sacchi e hugin.

Noi di StratoSpera sognamo lo spazio ma amiamo la nostra terra. Il recupero di StratoSpera 2, il secondo pallone stratosferico lanciato il 14 maggio 2011 nell’ambito del progetto StratoSpera, è stato l’occasione per una piacevole gita fra le colline dell’Umbia e della Toscana, una zona bellissima e ricca di verde.

La gondola appesa al paracadute è atterrata in un punto nei pressi di Monte Santa Maria Tiberina (PG), non lontano da Città di Castello (PG). Vi mostriamo alcune immagini della zona di atterraggio, dall’alto con la fotocamera di bordo e dal suolo, e delle operazioni di recupero.

 

La zona di atterraggio di StratoSpera 2 da 3.720 m

La zona di atterraggio di StratoSpera 2 da 3.720 m

La zona di atterraggio di StratoSpera 2 da 3.630 m

La zona di atterraggio di StratoSpera 2 da 3.630 m

Il paracadute e il carico di StratoSpera 2 poco dopo l'arrivo della squadra di recupero. Foto di Luca Frigerio

Il paracadute e il carico di StratoSpera 2 poco dopo l'arrivo della squadra di recupero. Foto di Luca Frigerio

Francesco Bonomi accanto al paracadute e la gondola di StratoSpera 2. Foto di Luca Frigerio

Francesco Bonomi accanto al paracadute e la gondola di StratoSpera 2. Foto di Luca Frigerio

Francesco Sacchi tiene la gondola di StratoSpera. Accanto a lui Francesco Bonomi e Luigi Caliendo con in mano il payload biologico. Foto di Marco Zambianchi

Francesco Sacchi tiene la gondola di StratoSpera. Accanto a lui Francesco Bonomi e Luigi Caliendo con in mano il payload biologico. Foto di Marco Zambianchi

Paolo Amoroso

Divulgatore dell'astronomia e dello spazio appassionato di scienza e tecnologia

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 19 Maggio 2011

    […] Es gibt auch Infos auf Italienisch zu dessen – ziemlich unerwartetem – Verlauf und den Fundumständen der Kapsel (zur Not Google Translate […]