Payload del primo volo sperimentale di StratoSpera

Ecco la strumentazione e le attrezzature che voleranno nel payload del primo lancio sperimentale di StratoSpera:

  • computer di bordo con datalogger per posizione GPS, altitudine, temperatura e pressione
  • tracker GPS indipendente
  • fotocamera digitale programmata per effettuare una ricca sequenza di riprese, soprattutto nelle fasi più interessanti del volo
  • sistema di cutoff automatico del volo (serve per separare il payload dal pallone e iniziare la discesa in situazioni nominali e non nominali)

Il contatore Geiger HADARP volerà in una prossima missione.

– Paolo

Paolo Amoroso

Divulgatore dell'astronomia e dello spazio appassionato di scienza e tecnologia

Potrebbero interessarti anche...

9 risposte

  1. RikyUnreal ha detto:

    Ci sono foto dell’integrazione del payload 🙂

  2. Paolo Amoroso ha detto:

    L’integrazione del payload sarà effettuata poche ore prima del lancio, quindi non ci sono ancora foto.

  3. phoenix 1994 ha detto:

    E’ una domanda o un’affermazione?

  4. Givoanni ha detto:

    Specifiche su questo sistema di cutoff? Non si capisce bene cosa fa..

  5. marcozambi ha detto:

    @Givoanni
    E’ semplice, come d’uopo in questi casi: un cavetto conduttore (come quello che fa da resistenza negli asciugacapelli) è avvolto intorno al cordino di nylon che aggancia il payload al pallone. Al momento opportuno, facendo passare nel cavetto/resistenza corrente presa dalle batterie di bordo, si fa surriscaldare in modo tale che “coli” il cordino in nylon causandone la rottura, e il conseguente distacco del payload dal pallone.

  6. Michael ha detto:

    In realtà la descrizione nel psot è fuorviante (ma il nostro PAOlo è giustificato dal non aver partecipato a tutte le riunioni “tecniche”): il pallone non scoppia e il paracadute è già dispiegato durante tutto il volo.
    Il comportamento è quello descritto da Marco.

  7. amoroso ha detto:

    @Michael Ho aggiornato il post.

  8. Niki ha detto:

    E’ possibile nome e modello del GPS tracker che avete utilizzato?

  1. 19 Settembre 2010

    […] il nostro sponsor tecnico, che in questo guest post commenta i grafici dei dati raccolti dai sensori durante il volo STSp-1. Il sistema operativo BeRTOS, sviluppato da Develer, ha gestito il computer […]