StratoSpera 2 vola nella stratosfera sopra l’Italia centrale

L'Italia vista da StratoSpera 2 Quota: circa 9.350 m

L'Italia vista da StratoSpera 2 Quota: circa 9.350 m

Il 14 maggio 2011 ha volato con successo nell’alta atmosfera StratoSpera 2, il secondo pallone aerostatico amatoriale del progetto StratoSpera. Lanciato alle 13:26 ora italiana (11:26 UTC) dalla zona di Greve in Chianti (FI), il pallone è rimasto in volo sopra la Toscana per quasi 1 ora e 50 minuti raggiungendo una quota massima di circa 20.123 m nella stratosfera.

La gondola con il carico utile si è separata dal pallone come previsto, scendendo appesa a un paracadute e atterrando presso Monte Santa Maria Tiberina (PG), non lontano da Città di Castello, dove è stata recuperata verso le 16:45 (14:45 UTC). Un tricolore ha sorvolato la penisola a bordo di StratoSpera 2 per celebrare il 150° anniversario dell’unità d’Italia.

Il lancio del pallone aerostatico StratoSpera 2 dalla zona di Greve in Chianti (FI)

Il lancio del pallone aerostatico StratoSpera 2 dalla zona di Greve in Chianti (FI)

Durante il volo una fotocamera ha ripreso foto e video spettacolari dell’Italia centrale vista dall’alto. Sono state inoltre eseguite misure scientifiche di radiazione con un contatore Geiger, e temperatura, pressione, umidità e accelerazione con appositi sensori.

Nel carico utile anche campioni biologici per esperimenti di medicina e scienze della vita, una piccola bandiera italiana e una lastra di un materiale composito per impieghi aerospaziali prodotta dallo sponsor Vamp Tech. Ha inoltre viaggiato a bordo un pupazzetto cosmonauta per ricordare il 50° anniversario del primo volo spaziale umano.

La stratosfera, una zona dell’atmosfera fra i 10 e i 50 km di quota, è un ambiente con alcune condizioni simili a quelle dello spazio esterno, che inizia a 100 km. La stratosfera, raggiunta da StratoSpera 2 a un’altezza di poco più di 20.100 m, si trova al di sopra del 99% dei gas dell’atmosfera in un vuoto molto spinto, il cielo appare nero, è visibile la curvatura dell’orizzonte terrestre e si registrano radiazioni con caratteristiche e livelli simili a quelle dello spazio.

Il recupero di StratoSpera 2

Il recupero di StratoSpera 2

Il progetto StratoSpera è realizzato da un gruppo di appassionati italiani di astronautica e spazio dell’Associazione ISAA (Italian Space and Astronautics Association), con la collaborazione degli sponsor Develer s.r.l. e Vamp Tech S.p.A. Sono particolarmente significativi i contributi di Francesco Bonomi e Francesco Sacchi (Develer).

StratoSpera 1, il primo volo del progetto, si è svolto con successo il 4 settembre 2010 con modalità analoghe, raggiungendo un’altezza massima di 27.625 metri nella stratosfera e riprendendo centinaia di foto. Dopo un’ora e mezza di volo il carico è stato recuperato vicino a Foiano della Chiana (AR), a una sessantina di chilometri dal luogo di lancio.

Prime foto di StratoSpera 2

Ecco alcune foto scattate dalla fotocamera di bordo di StratoSpera 2. Sono state elaborate ruotando gli originali ove necessario e regolando i livelli di colore.

L'Italia vista da StratoSpera 2. Quota: circa 8.000 m

L'Italia vista da StratoSpera 2. Quota: circa 8.000 m

L'Italia vista da StratoSpera 2. Quota: circa 5.160 m

L'Italia vista da StratoSpera 2. Quota: circa 5.160 m

Per informazioni

Paolo Amoroso

Divulgatore dell'astronomia e dello spazio appassionato di scienza e tecnologia

Potrebbero interessarti anche...

14 risposte

  1. tubo ha detto:

    Ottimo risultato, complimenti a tutto il team.
    Unica pecca, mi permetto, la gestione della parte comunicativa degli aggiornamenti durante la missione e il recupero, la scorsa volta erano più frequenti e puntuali (l’ultimo tweet ufficiale si ferma al lancio).
    Credo che questo aspetto della missione non vada sottovalutato, specialmente per garantirsi maggiori “spettatori” e interessati a casa.

    Ancora complimenti.

  2. Mogi Massimo Vicentini ha detto:

    Ancora una volta felicitazioni! Attendo la pubblicazione delle nuove foto…

  3. Spacer ha detto:

    Complimenti per la missione!
    Ma come mai questa volta, il pallone è esploso a soli 20km di altezza rispetto ai 27 dell’altra volta? Era previsto? Era troppo pesante il payload?

  4. marcozambi ha detto:

    Stiamo completando l’analisi dei dati, ma posso dirti che il taglio è avvenuto per il raggiungimento del limite massimo di distanza in linea d’aria dal punto di lancio, pari a 50 km. C’era vento molto forte verso Est a bassa quota, e il pallone ha camminato parecchio più del previsto in quella direzione.
    Il software di bordo ha quindi agito correttamente, comandando il taglio secondo le specifiche date da noi.
    Grazie della domanda, rilasceremo presto tutti i dettagli in un articolo approfondito.

  5. marcozambi ha detto:

    Grazie dei complimenti. Per varie ragioni la copertura mediatica maggiore è avvenuta via Facebook, tuttavia faremo tesoro dei tuoi consigli.
    Per StratoSpera 3 nomineremo un PAO ufficiale, con il solo compito di inviare feedback su tutti i principali social media dove operiamo con StratoSpera 🙂

  6. Spacer ha detto:

    Ok, quindi è stato un distacco programmato in caso di eccessivo allontanamento. Aspetto di vedere i risultati ottenuti dai dati raccolti. Ancora complimenti! 😉

  1. 15 Maggio 2011

    […] a mostrarvi le immagini dell’Italia dall’alto riprese dalla fotocamera di bordo di StratoSpera 2 nel volo del 14 maggio 2011. Le foto sono state elaborate regolando i livelli di colore. Il lago Trasimeno e la scia di un […]

  2. 15 Maggio 2011

    […] a proporvi le foto dell’Italia vista dall’alto nel volo StratoSpera 2 del 14 maggio 2011, la seconda missione del progetto StratoSpera. Mostrano una penisola particolarmente […]

  3. 17 Maggio 2011

    […] la parola alla bellezza del panorama italiano con altre foto di bordo del volo StratoSpera 2 del 14 maggio 2011, la seconda missione del progetto StratoSpera. Sono state elaborate ruotando gli originali ove […]

  4. 18 Maggio 2011

    […] StratoSpera sognamo lo spazio ma amiamo la nostra terra. Il recupero di StratoSpera 2, il secondo pallone stratosferico lanciato il 14 maggio 2011 nell’ambito del progetto StratoSpera, è stato l’occasione per una piacevole gita fra […]

  5. 26 Maggio 2011

    […] Francesco Sacchi, a cui cediamo la parola di seguito, presenta e commenta i dati registrati dai sensori di bordo di StratoSpera 2, il pallone stratosferico che abbiamo lanciato il 14 maggio 2011. […]

  6. 26 Maggio 2011

    […] Cediamo di seguito la parola al Dott. Luigi Caliendo, medico patologo, che espone i risultati preliminari delle analisi che ha condotto sui nematodi, i vermi che erano fra i campioni biologici del carico utile del volo StratoSpera 2. Abbiamo lanciato nella stratosfera il pallone StratoSpera 2 il 14 maggio 2011. […]

  7. 4 Giugno 2011

    […] lancio di StratoSpera 2 del 14 maggio 2011, il secondo volo del progetto StratoSpera, hanno assistito anche alcuni nostri amici. Ecco le foto […]

  8. 13 Giugno 2011

    […] proponiamo un’altra selezione di foto di bordo del volo StratoSpera 2 del 14 maggio 2011, la seconda missione del progetto StratoSpera. Sono immagini elaborate ruotando gli originali e […]